SpecialiVideogiochiXBOXXBox One

Cosa aspettarci da Xbox con Windows 10

Nelle ultime ore, la rete si è popolata di articoli e di commenti su quello che ieri Microsoft ha presentato ai giornalisti, ossia Windows 10. Anche noi abbiamo voluto guardare e capire meglio quali siamo le implicazioni, lato gaming, che questo nuovo sistema operativo porterà, visto che sarà declinato anche all’interno di Xbox One.

Per inciso, non ci siamo dimenticati dell’altra novità presentata, ossia HoloLens, ma l’analisi su questo prodotto è molto complicata, in quanto bisogna eseguire un paragone con Oculus e Morpheus più intricato. Quindi a riguardo ci sarà un altro post!

Sopra abbiamo riportato un video di presentazione ufficiale, che riassume le caratteristiche principali di questo aggiornamento cross-platform, che saranno molte e sono state realizzate per colmare alcuni vuoti evidenti (e poco intuitivi) che l’ecosistema windows possiede.

Streaming su PC –  Chi sarà in possesso di un computer dotato di Windows 10, avrà la possibilità di eseguire uno streaming del gioco dell’XBOX. Questo sistema funzionerà esattamente come per la PS Vita ed esclude al momento il concetto di cloud-streaming, quindi nessuna rivoluzione ideologica, ma questo sistema copre quello che Sony non è riuscita fare. Infatti ho provato a giocare su Vita a titoli come Destiny, ma anche se ottimizzati, questo è troppo scomodo. Invece utilizzando il proprio PC portatile, si può giocare al gioco in modo comodo e senza alcuno sforzo di adattamento. Sopratutto quando la TV del salotto è già presa da Grey’s Anatomy o Disney Channel.

Cross Multiplayer – Finalmente arriva al gamer un qualcosa che può definirsi veramente Multiplayer. Infatti fino ad adesso ogni console, piattaforma aveva i suoi standard di rete, quindi anche se un gioco era veramente multi-piattaforma, i giocatori non potevano sfidarsi veramente nella loro globalità. Questa nuova feature da la possibilità di creare in brevissimo tempo la gaming comunity più grande al mondo, in quanto due piattaforme un tempo isolate sono in grado di dialogare, facendo giocare tutti insieme. Questo porterà alla possibilità di avere una grandissima base sociale a cui attingere e trovare i propri amici, ma allo stesso tempo può provocare dei problemi di performance, in quanto i giocatori di Call of Duty su PC saranno più avvantaggiati grazie al mouse rispetto ai cugini XBox.

Buy Once, Play Twice – Questa unione di sistemi permetterà la creazione di un unico store, premettendo (in teoria) di poter comprare un gioco e giocarlo su più piattaforme. Non vedo l’ora di metterci le mani in modo da capire effettivamente come questo ambiente potrà convivere con Steam. Ad ogni modo essendo un’esperienza d’acquisto condivisa ci saranno sicuramente maggiori possibilità di conversione e di gestione.

Social Base – Diciamocelo, comunicare in maniera efficace via Xbox non è l’esperienza migliore che si possa avere. Molto meglio invece se si utilizza il mobile e lo SmartGlass. Ad ogni modo dall’applicazione avremo a disposizione un centro di comando globale che ci permetterà di ottimizzare tutte le nostre interazioni tra gamers, ovunque noi siamo.

DVR Competitivo – Questa non è una vera e propria novità, ma consiste nel restare a passo con i tempi e la competition. Infatti ad adesso PS4 è in grado di cerare videoclip, screenshot e modificarli in modo semplice e veloce. Cosa che XBox non è in grado di fare ancora. Essendo un sistema condiviso, avremo la possibilità di eseguire editing e condivisioni, direttamente dal nostro PC. Era ora di aggiornarsi.

Direct X 12 – Questa è più una novità importante per gli sviluppatori che per i gamer per se. Infatti con l’aggiunta di nuove e più aggiornate librerie, sarà possibile gestire al meglio il processore grafico di Xbox, così da utilizzarlo nella sua completezza. Infatti tutti sanno che PS4 ha una GPU molto più potente dell’Xbox One, ma altra cosa molto importante è sapere come gestire al meglio questo motore. Infatti avendo una libreria ottimizzata, gli sviluppatori potranno gestire la meglio i giochi creati, creando delle visualizzazioni grafiche estremamente evolute, coprendo quindi il gap generato dal divario grafico con PS4.

Personalmente non vedo l’ora di provare con mano tutte queste novità e vedere effettivamente come Microsoft vuole chiudere il cerchio 🙂

cptain_toad_tracker_featured
Previous post

Recensione - Captain Toad Treasure Tracker

soldoutamiibo-620x400
Next post

Nintendo e la strategia del Sold Out

Edward Phoenix

Edward Phoenix

Padre, Marito, Markter e Fondatore di Gamers.it
Cresciuto a suon di FPS e Giochi di Strategia cerca sempre di trovare la qualità in tutte le cose che fa!

No Comment

Rispondi