Latest NewsVideogiochi

E3 2014 – Recap conferenza Ubisoft

In questa conferenza di Ubisoft fin dal primo minuto sapevamo già cosa aspettarci, difatti sono stati presentati tutti i titoli che nei giorni passati, attraverso voci di corridoio e rumor vari, erano stati quasi pre-annunciati ma fortunatamente ci sono state anche delle piacevoli sorprese, nonché un fulmine a ciel sereno in chiusura che ha fatto esplodere sia la folla che noi della redazione.
Passiamo dunque a farvi un riassunto di ciò che è stato presentato seguito da qualche commento e impressione personale.

ubisoft screen

Far Cry 4

L’apertura viene affidata ad uno dei titoli di punta più attesi di questa conferenza, stiamo parlando di Far Cry 4, che ci delizia con i primi minuti di gameplay della storia in cui fin da subito ci troviamo immersi nella location di questo nuovo capitolo e la cura dei paesaggi mostratici direi che soddisfa le aspettative, per non parlare dei dettagli degli animali e delle persone che ci circondano, in particolare ci riferiamo al nuovo cattivo della serie che ci viene fatto incontrare e, anche se si vede poco, già possiamo cogliere la profonda caratterizzazione che gli hanno impresso guardando le sue movenze, il suo modo di vestire e soprattutto di comportarsi, decisamente folle.
Concluso il video arriva sul palco Dan Hay, il Creative Director di Ubisoft Montreal, che ci informa che quelli visti erano appunto i primi 5 minuti del gioco e che dal prossimo 18 Novembre tutti noi avremo modo di immergerci in questo nuovo ambiente in cui ogni secondo di giocato può influire sulla storia.

far_cry_4_e3_postJust Dance 2015

Sul palco sale l’ormai immancabile gigante di Ubisoft Aisha Tyler che, dopo aver caricato la folla su quello che li aspetta nel resto della conferenza in cui a detta sua ci verrà mostrato tutto il lavoro e l’impegno dei ragazzi di Ubisoft, ci presenta il nuovo capitolo della serie Just Dance e parte il video di presentazione. Graficamente nulla di nuovo, lo stile ipercolorato e pazzo è rimasto invariato, le novità sono che verranno ovviamente aggiunti nuovi autori e canzoni e che ci sarà la possibilità di registrarsi durante una sessione di gioco e il video della vostra performance verrà condiviso a chiunque scelga la stessa canzone così da portersi mettere in “diretta” competizione con voi e di conseguenza coinvolgere ancora di più la community.

Che dire, non vediamo davvero l’ora di scoprire di più su questa promessa la cui uscita è datata per il 2015.
Sale poi sul palco Jason Altman, l’executive producer del titolo, che ci presenta la prima novità ossia Just Dance Now, una app mobile gratuita che in collegamento con un pc, una smart-tv o un tablet con collegamento internet, darà la possibilità di giocare al titolo ovunque ci si trovi e amplierà il numero di giocatori della stessa sessione di decine di persone, il tutto utilizzanzo il vostro smartphone come comando per leggere i vostri movimenti. Un’idea carina senza dubbio, certo bisognerà vedere quanto sarà funzionale una volta lanciata e se sarà davvero in grado di leggere alla perfezione i movimenti dell’utilizzatore, sinceramente siamo un po’ scettici al riguardo, ma comunque se ne riparlerà alla data di uscità ovvero il prossimo Ottobre.

just_dance_2015_e3_postTom Clancy’s: The Division

Ecco dunque un altro dei titoloni presentati lo scorso E3 tra i più attesi, The Division. Già nella conferenza di Microsoft ci era stato dato un altro assaggio del gameplay. Qui Peter Mannerfelt, il producer del titolo, ci propone un trailer che ci mostra nel dettaglio come la location di New York subisca un lento ed inesorabile degrado passando da una vista della città in piena vita ad una decadente e semi-abbandonata il tutto accompagnato da musiche azzeccatissime e uno stralcio di tragedia familiare che ci fa capire la disperazione che colpisce i suoi cittadini trasmettendoci una sensazione di tristezza incredibile, quasi lo stessimo vivendo in prima persona, concludendo con l’arrivo della resistenza cittadina, coloro a cui le sorti e il futuro di questo luogo sono affidate.
Video artisticamente impeccabile che è riuscito a cogliere i punti forti e a valorizzarli al meglio coinvolgendoci dall’inizio alla fine, l’hype aumenta sempre di più ormai, speriamo che venga presto comunicata la data d’uscita che per ora è solo un generico 2015.

the_division_e3_1_postThe Crew

Altro titolo presentato allo scorso E3, The Crew si presenta come una sorta di MMO racing game. Qui ci viene fatto vedere un video che mostra quanto il titolo sia ampio a livello di zone percorribili dandoci la possibilità di correre per tutta l’America letteralmente “coast to coast” dovendo quindi organizzare la propria “crew” di guidatori per gli spostamenti e l’occupazione di un territorio.
Terminato il video sale sul palco il creative director Julian Gerighty che ribadisce le potenzialità del suo titolo come l’ampiezza della mappa di gioco, la customizzazione dei mezzi di alto livello in modo da essere sempre pronti per ogni situazione e la chiave per riuscire ad andare avanti in questo gioco, ovvero l’importanza del teamplay. Ci comunica poi che chi non avesse avuto modo di partecipare direttamente a questo E3, entro questo 23 Luglio avrà modo di registrarsi al sito www.thecrewgame.com/beta per aver la possibilità di partecipare alla closed beta e infine la data ufficiale di uscita di The Crew fissata per l’11 Novembre 2014.
Le promesse sono tante e un racing game come questo se alla fine arrivasse a soddisfare tutte le aspettative che sta creando risulterebbe davvero una bomba, non vediamo l’ora di averlo tra le mani per poter testare di persona e vedere se questo nuovo genere di MMO avrà futuro.

the_crew_e3_1_postAssassin’s Creed Unity

E’ il momento del nuovo capitolo sulla gilda di assassini più amata da un po’ di anni a questa parte. Qui ci vengono mostrati due video. Un trailer in cui ci viene mostrata la nuova ambientazione in cui saremo immersi, ovvero la Francia del periodo della rivoluzione e il nuovo protagonista intento ad aiutare l’insurrezione della popolazione. In realtà però sarebbe più corretto dire “i protagonisti”, dato che ci viene data una traccia di ciò che vedremo nel video successivo, la vera rivoluzione di questo nuovo capitolo della saga, parlo della possibilità di giocare l’intera campagna in cooperativa. Infatti nel video successivo ci viene mostrata una sessione di gameplay di una missione in cui alla fine compaiono altri tre assassini vicino a noi e tutti sono controllati da altri player e ognuno a quanto pare ha le proprie caratteristiche che lo differenzia dagli altri così da giocare ruoli differenti all’interno delle varie missioni.
Come abbiamo già detto la vera rivoluzione è questo inaspettato coop che potrebbe finalmente portare una ventata di aria fresca alla serie, per il resto possiamo dire che a livello grafico è stato fatto un buon lavoro, soprattutto osservando i dettagli dello spazio che ci circonda mentre ci muoviamo nei vicoli della città e sui palazzi ricreati praticamente alla perfezione e anche i vari npc sembrano fondersi alla perfezione con l’ambiente. Unica pecca che purtroppo sembra essere rimasta è una IA non molto sveglia, soprattutto durante le fasi di combattimento.

assassins_creed_unity_e3_1_postShape Up

A questo punto ci viene presentata una nuova IP esclusiva per XBOX ONE, parliamo di Shape Up, una titolo che come obiettivo ha quello di rendere il fitness da noioso a divertente secondo le parole del creative director Charles Huteau.
Qui ci viene mostrato un video in cui lui stesso, tramite kinect, entra nel gioco e tramite un mini-game decisamente molto colorato e bizzarro fa esercizi di step contro la sua controparte precedentemente registrata e subito dopo un’altra sfida tra due persone a chi fa più flessioni entro il tempo limite. L’obiettivo di questo titolo? Semplicemente fare più punti dell’avversario facendo meglio e più rapidamente gli esercizi che vengono proposti, nulla di innovativo insomma. Sicuramente chi adora questo genere di giochi o magari chi vuole semplicemente mantenersi in forma divertendosi con gli amici avrà interesse ad acquistarlo, ma per il resto non crediamo sarà un boom che lancerà una nuova moda.

shape_up_e3_postValiant Hearts -The Great War-

Ecco una delle piacevoli soprese che questa conferenza ci ha riservato, parliamo di Valiant Hearts, gioco sviluppato con lo stesso motore grafico di Child of Light ovvero l’UbiArt Framework engine. Si tratta di un’avventura/rompicapo ambientato durante la prima guerra mondiale in cui vestiremo i panni di quattro personaggi, tra cui un cane, intenti ad aiutare un giovane soldato tedesco a riunirsi alla sua amata. Il trailer mostratoci ci ha davvero colpito nel profondo, nonostante trasmettesse la crudeltà della guerra e la tristezza che ne consegue, grafica e musiche insieme ad una voce narrante incredibilmente triste il tutto fuso con scene che potremmo benissimo rivedere in una guerra vera, ha creato un legame poetico che ci ha tenuti col fiato sospeso fino alla fine del video.
L’uscita è prevista solo in digital download per questo 25 Giugno e se possiamo darvi un consiglio così su due piedi, questo è sicuramente un gioco su cui spendere i propri soldi.

valiant_hearts_e3_postRaimbow Six Siege

Giunti ormai alla fine ecco comparire sul palco niente meno che il CEO di Ubisoft Yves Guillemot pronto a sparare la bomba che nessuno si aspettava mandando in visibilio sia noi che il pubblico.
Parte il video e ci troviamo nei panni di una squadra speciale di cinque elementi, tutti giocatori che comunicano tra loro, intenti a penetrare in una casa dove altri cinque terroristi, altri giocatori, hanno preso in ostaggio una donna. L’obiettivo sembra salvare l’ostaggio entro il tempo limite di 5 minuti. Fin qui non è ancora chiaro di cosa si tratti. Si susseguono scene in cui la squadra tramite una speciale telecamera entra nella casa e vede i terroristi rinforzare porte, finestre e pareti e creare vari ostacoli per barricarsi al meglio fino a che non localizza l’ostaggio e li viene rapidamente pianificato il posizionamento dei vari membri poco prima che venga fatto breccia all’interno tramite un esplosivo a parete e comincia l’inferno.
Alla fine pare che l’unico membro della squadra sia riuscito a salvare l’ostaggio entro il limite ma all’improvviso lo schermo diventa nero e compare un nome che nel giro di pochi secondi, il tempo di raccogliere le idee, fa scatenare nel delirio la folla e noi con loro, il nome è Raimbow Six Siege! Dopo sei anni dall’ultimo capitolo nessuno si aspettava una nuova uscita e invece ecco la sopresona finale.
A parte il nostro comune eccitamento, analizzando quel che si è visto possiamo affermare di trovarci di fonte a un lavoro davvero ben fatto sia a livello grafico, soprattutto nelle fasi distruttive in cui ogni colpo lasciava il segno in modo dannatamente realistico, sia per quel che riguarda le armi e i vari oggetti utilizzati durante la missione.
Non è ancora prevista alcuna data d’uscita purtroppo, ma speriamo vivamente che nei mesi a seguire verranno rilasciati nuovi video e ulteriori notizie al riguardo perchè vogliamo assolutamente saperne di più!

rainbow_six_siege_e3_postCommento Finale

Nel complesso è andata secondo le aspettative, sono stati presentati quasi tutti i titoli che erano previsti, senza però far vedere troppo e quindi lasciandoci ancora con molti dubbi e lacune che avremmo preferito non avere più a questo punto. Il vero punto forte di tutta la conferenza si è visto verso la fine, risollevandoci il morale, quando sono stati presentati Valiant Hearts, che come abbiamo già detto ci ha davvero colpito nel profondo e soprattutto la vera bomba che ha fatto schizzare l’hype alle stelle ovvero il nuovo Raimbow Six Siege venuto fuori dal nulla e totalmente inaspettato dato che erano 6 anni che non se ne parlava più e fin’ora nessun leak o rumor era trapelato.
In conclusione questa conferenza Ubisoft potremmo paragonarla a un motore Diesel, lento in partenza ma alla fine ha tirato fuori tutta la sua potenza.

Previous post

Il Gameplay di Destiny

Next post

Recensione - Kingston HyperX Beast DDR3 2400

Riccardo Castiello

Riccardo Castiello

No Comment

Rispondi