PC & TechPlaystationPS4XBOX

Prepariamoci all'uscita di…Thief

Dopo una lunga attesa siamo finalmente vicini all’uscita del nuovo ed attesissimo titolo targato Square Enix dove interpreteremo il ladro che molti di noi hanno imparato ad amare durante la propria infanzia. Senza ulteriori indugi andiamo a scoprire tutto quello che c’è da sapere su Thief.

Un “gradito” ritorno
Siamo all’interno della “Città”, un luogo oscuro e decadente guidato dalla tirannia del più grande nemico del popolo, il Barone.
Vestiremo i panni di Garret, un ladro cinico e dalla forte disciplina il cui unico obiettivo è arricchirsi il più possibile mantenendo un basso profilo e uccidendo solo quando necessario.
Ci ritroveremo catapultati in un ambiente ostile nel quale povertà e pestilenza popolano le strade portando odio, paura e malcontento tra i cittadini. Perennemente ricercati dalle autorità finiremo per trovarci nel bel mezzo di una rivolta e di li a poco diverremo, nostro malgrado, la chiave di una vera e propria rivoluzione con l’obiettivo di eliminare la tirannia che opprime questo luogo.
Nonostante si tratti di un reboot della serie originale, i fan della saga creata dai Looking Glass Studios troveranno numerosi riferimenti ai titoli precedenti. I ragazzi di Eidos Montreal hanno affermato, rimanendo vaghi al riguardo, che ci saranno nuovi elementi per quanto riguarda la trama. Infatti pare che un particolare evento cambierà totalmente la vita del protagonista rispetto a come la conoscevamo precedentemente.
Detto ciò ci aspettiamo quindi una trama ispirata e una particolare attenzione alla caratterizzazione di Garret.

Ciò che è tuo, è mio
Se siete amanti dell’esplorazione e, prima di avanzare con la storia principale, siete soliti ispezionare ogni centimetro della mappa, beh rassegnatevi all’esatto opposto. Durante la campagna riceverete una missione che, una volta completata, sbloccherà quella successiva nella linearità più assoluta. Le uniche semi-libertà che vi saranno concesse sembrano essere degli obiettivi opzionali che verranno proposti durante gli incarichi fornendo dei bonus a fine livello e la possibilità di scegliere varie strade o sotterfugi per arrivare al vostro obiettivo, ma nulla di più.
In quanto ladri cercare di racimolare quanti più oggetti preziosi possibili durante le missioni è molto importante nonchè una delle fasi più divertenti, dato che per sottrarre alcuni di questi bisognerà ingegnarsi per ottenerli senza essere scoperti. Con il loro ricavato sarà possibile, tra un’incarico e l’altro, apportare migliorie al vostro equipaggiamento.
Vi saranno principalmente due possibili approcci per raggiungere i vari obiettivi. Uno più “silenzioso” nel quale sfruttando al meglio le ombre, i nascondigli e il vostro arsenale potrete arrivare a fine livello senza che nessuno si sia accorto di voi e senza alcuna vittima. L’altro più diretto dove, senza troppi scrupoli, potrete liberarvi di chi vi ostacola tendendo trappole e agguati lasciando così una scia di morte alle vostre spalle. Il primo metodo rimane quello più vicino alle radici della saga in quanto Garret, non essendo molto portato al combattimento corpo a corpo, finisce facilmente al tappeto.

La concentrazione è tutto
Trattandosi di un gioco in prima persona vedremo solo le mani di Garret che, grazie a un ottimo lavoro del team di sviluppo, reagiranno realisticamente ad ogni stimolo esterno, quali muri, sporgenze e coperture. Ai lati dello schermo avremo diversi indicatori, tra cui mini-mappa, arma in uso, salute e “Focus”. Questo nuovo sistema ci semplificherà di molto le cose durante le missioni. Infatti una volta attivato faciliterà le fasi in cui dovremo scassinare, evidenzierà i nemici, gli oggetti che possono essere trafugati e gli elementi dello scenario utilizzabili (qualcuno ha forse detto Hitman: Absolution?).
Per chi è cresciuto giocando i primi capitoli di Thief tutto ciò farà probabilmente storcere il naso dato che questa nuova funzione renderà lo svolgimento del titolo molto più semplice. Gli sviluppatori però hanno subito ribadito che questo nuovo Thief potrà soddisfare sia i giocatori di vecchia data e gli hardcore gamer, sia chi invece per la prima volta prova questo genere. Questo grazie alla quasi totale personalizzazzione dell’interfaccia (tutti gli elementi sopra descritti potranno essere disattivati uno per uno a discrezione del giocatore) e alla possibilità di customizzare il livello di difficoltà fino ad arrivare al punto da dover ricominciare da zero il gioco in caso di morte.

Una nuova veste per una vecchia gloria
Sono passati 10 anni da Thief: Deadly Shadows ma i ragazzi del team Eidos pare abbiano fatto un lavoro gigantesco sotto ogni punto di vista grazie a un Unreal Engine 3 propriamente sfruttato. I palazzi sono resi alla perfezione in uno stile simil-vittoriano, le atmosfere trasmesse dall’ambiente sono cupe e il tutto è condito da una dose di stile steampunk molto apprezzato. Trattandosi dell’ennesimo titolo cross-gen non ci sarà una netta evoluzione a livello grafico, ma non può che lasciarci a bocca aperta la qualità dei dettagli della Città, la particolarità dei suoi abitanti e quel gioco di luci/ombre che sono finalmente parte integrante del gameplay e non solo un semplice effetto visivo. Tutto questo ci trasmette delle sensazioni incredibili inoltre la resa della fisica dell’ambiente e dei personaggi è davvero ottima.
Il team ha poi precisato che quest’ultimo Thief è stato sviluppato sulle possibilità offerte in primo luogo dai pc attuali e poi da quelle delle console di nuova generazione, sottolineando la non poca difficoltà incontrata invece per le versioni ps3 e xbox 360.
Speriamo dunque che l’aspetto tecnico non perda il suo fascino sulle console di ormai vecchia generazione e che questa resa grafica rimanga tale così da non andare ad intaccare quell’atmosfera che rende praticamente unico questo titolo.

Cosa ci aspettiamo:
-Un titolo all’altezza del suo nome
-Una difficoltà che possa davvero soddisfare tutti
-Molti segreti e oggetti da rubare
-Una IA “intelligente” che sappia reagire di conseguenza

Previous post

The Evil Within, annunciata la data d'uscita

Next post

Worms Battlegrounds nelle Next Gen

Riccardo Castiello

Riccardo Castiello

No Comment

Rispondi