DLCGiochi PCLatest NewsPC & TechPlaystationPS3RecensioniVideogiochiXBOXXBox 360

Recensione DLC – Dark Souls II: Corona del Re Sommerso

La serie Souls è riuscita a conquistare negli anni una schiera sempre più ampia di giocatori appassionati, ricevendo gli elogi della critica mondiale grazie soprattutto a un gameplay estremamente punitivo ma, allo stesso tempo, incredibilmente appagante una volta padroneggiate le meccaniche di base.
Se con la Prepare to Die Edition del primo Dark Souls gli sviluppatori avevano aggiunto tutte quelle zone rimaste fuori dal gioco base prima della pubblicazione, per il secondo capitolo i From Software hanno deciso invece di pubblicare ben tre espansioni sotto forma di DLC a pagamento. La qualità delle ambientazioni è sempre stata elevatissima nei vari Souls e la prospettiva di esplorare nuove locazioni e affrontare nuovi boss non può che renderci felici ma analizziamo ora nel dettaglio il primo contenuto scaricabile!

corona del re sommerso 2

Giù nel profondo
La Corona del Re Sommerso ci porterà a esplorare una nuova zona, accessibile subito dopo uno dei quattro Antichi, il Putrido della Gola Nera. Una volta entrati nel portale rimaniamo subito spiazzati dalla bellezza del paesaggio che si apre di fronte a noi: una grotta gigantesca, con una serie di strutture collegate con vari ponti a un’enorme zigurrat. La direzione artistica è come al solito di prim’ordine e il colpo d’occhio della nuova area è decisamente d’impatto. Senza volervi svelare troppo ci limitiamo a dirvi che il DLC è suddiviso in due macro-zone, ovvero l’esterno e l’interno della zigurrat, con qualche piccola sorpresa per i maniaci dell’esplorazione.
La prima differenza sostanziale con quanto visto nel gioco base è sicuramente la presenza di varie strutture mobili, attivabili colpendo appositi interruttori in grado spostare piattaforme, creare utili scorciatoie e svelare luoghi segreti e falò nascosti. L’arco si rivelerà subito fondamentale per l’esplorazione, visto che per colpire alcuni pulsanti sparsi nel livello è necessaria per forza di cose una freccia ben piazzata. Questa scelta di complicare l’avanzamento del giocatore il più possibile si è rivelata particolarmente azzeccata visto che moltissimi giocatori veterani avevano lamentato l’eccessiva linearità delle zone rispetto al primo Dark Souls, a dimostrazione del fatto che il feedback degli utenti è stato preso in forte considerazione durante lo sviluppo.

corona del re sommerso 1

Rane e Megere
I nuovi avversari che vi si pareranno davanti in questo DLC sono caratterizzati da una grande resistenza e, soprattutto, un danno medio elevato. Ce n’è di tutti i tipi, dai non morti “semplici” ma in grado di avvelenare il giocatore, passando per fantasmi a prima vista invulnerabili, il tutto accompagnato da streghe posizionate in punti difficili da raggiungere pronte a lanciare magie dolorosissime. La varietà è davvero molta, così come sensibile è la quantità di mosse a disposizione dei nostri avversari, che non si limiteranno a riempirci di mazzate: un bell’esempio sono alcune rane mostruose situate alla base della zigurrat, alte 4 metri e in grado di saltarci addosso, spararci sfere elettriche, mangiarci o calpestarci a seconda dell’umore. La difficoltà generale è infatti piuttosto elevata, consigliamo di affrontare il contenuto quando sarete intorno al livello 130/140.
Per quanto riguarda i boss, ne sono stati inseriti due da affrontare per terminare il DLC più uno opzionale abbastanza nascosto. Tutti e tre sono in grado di offrire una sfida più che soddisfacente ai giocatori più esperti anche se, come al solito, sono meno ostici di quanto appaiono. Infine esplorando a dovere le varie aree troveremo nuove armi e set di armature da aggiungere alla nostra collezione, oltre a nuove anime di boss da consumare per creare potenti oggetti o magie. Unico punto debole di questo primo contenuto aggiuntivo è, se vogliamo, la longevità: se non siete alle prime armi riuscirete a completare il tutto in sole 4 ore, un pò di più se vorrete ottenere ogni singolo oggetto presente sulla mappa. 

Previous post

Armored Warfare - Video Gameplay

Next post

Destiny - Mappa Esclusiva PS3 e PS4 Exodus Blue

Stefano Gualandris

Stefano Gualandris

No Comment

Rispondi