GiochiPlaystationPlaystation PlusPS VitaPS4RecensioniVideogiochi

Recensione – Dead Nation: Apocalypse Edition

Nei mesi immediatamente successivi al lancio della nuova console casalinga di casa Sony era lecito aspettarsi una completa assenza di titoli tripla A fra quelli messi a disposizione nella “Instant Game Collection”, ovvero fra quei titoli scaricabili gratuitamente per tutti gli abbonati Playstation Plus. Sony però ci ha messo comunque a disposizione diverse chicche nei mesi passati, fra cui Resogun e le versioni PS4 di Don’t Starve e Outlast, due giochi di grande successo nel mondo PC. Questa volta è invece il turno di Dead Nation: Apocalypse Edition, versione Playstation 4 riveduta e corretta di quel Dead Nation apparso sul PSN ben 4 anni fa ad opera di Housermarque, la software house dietro allo sviluppo dell’ottimo Resogun. Basteranno i ritocchi apportati dal team a rendere questo titolo godibile ancora oggi?

Un’edizione riveduta e corretta

I miglioramenti ci sono e si vedono. Il gioco ora gira in risoluzione full HD (1080p) e la qualità visiva generale del titolo è migliorata sensibilmente sopratutto per quanto riguarda l’illuminazione e la pulizia dell’immagine, due fattori sicuramente importantissimi in un titolo del genere, in cui l’atmosfera è molto importante. Se però state cercando un gioco che, guardandolo, vi faccia spalancare la bocca per lo stupore, Dead Nation non fa per voi perché nonostante tutti questi miglioramenti, le basi sono comunque quelle del gioco per PS3 di 4 anni fa e si vede. Le novità non si limitano al comparto tecnico però, perché l’Apocalypse edition include anche un’espansione chiamata “Road to Devastation”, che pur non andando a modificare in alcun modo la campagna principale introduce due nuove modalità secondarie di tutto rispetto: Arcade e Senza Fine. La prima consiste nel dover contrastare sei mandate di nemici con difficoltà crescente, con possibilità di checkpoint e salvataggi intermedi, mentre la modalità “Senza Fine” garantisce una sfida ancora maggiore: dovrete affrontare ondate continue di nemici, senza checkpoint e salvataggi intermedi, con l’unico scopo di restare in vita ed aumentare il più possibile il vostro punteggio massimo.

Non-morti in quantità

Se state cercando un gioco con una trama superlativa in stile “The Last Of Us”, beh, siete completamente fuori strada. Il gioco di Housemarque ha come sfondo una trama banale, un semplice pretesto per giustificare lo spostamento da un punto all’altro del protagonista e per giustificare la presenza degli zombie. Ma un gioco del genere non ha sicuramente bisogno di una trama elaborata, in questi casi è sufficiente fornire non-morti da sterminare in quantità e far divertire il giocatore mentre lo fa.

Dal punto di vista del gameplay, Dead Nation si presenta come il più classico dei “twin stick shooter” con visuale a volo d’uccello in cui con lo stick sinistro controlliamo il movimento del protagonista, mentre con quello destro miriamo. I livelli sono disseminati di orde di non-morti e divisi in varie parti da checkpoint che ci permettono di ripristinare la nostra vita e soprattutto – grazie al denaro ottenuto sterminando i nemici e frugando per i livelli stessi – di fare rifornimento di munizioni o oggetti, potenziare le nostre armi oppure comprarne di nuove. Nuove armi e gadget vengono sbloccati man mano che andiamo avanti nei livelli, consentendoci di gestire al meglio le varie situazioni, alcune delle quali risultano essere davvero complicate a causa dell’elevato numero di nemici contemporaneamente sullo schermo. Altra caratteristica interessante risulta essere quella dell’interazione con alcuni elementi dell’ambiente come ad esempio le auto, di cui possiamo sfruttare l’allarme per attirare i nemici prima di farli saltare in aria, oppure bidoni, cisterne e quant’altro. Una menzione speciale va anche all’ottima modalità co-op, sia locale che online, che va ad impreziosire ed ampliare l’offerta di questo titolo, che sicuramente non brilla per trama e comparto tecnico, ma che saprà sicuramente regalarvi molto divertimento.

Previous post

A TOKYO, IL DARK SOULS CAFE'!

Next post

Warner Bros Presenta Infinite Crisis in Video e Open Beta!

Edward Phoenix

Edward Phoenix

Padre, Marito, Markter e Fondatore di Gamers.it
Cresciuto a suon di FPS e Giochi di Strategia cerca sempre di trovare la qualità in tutte le cose che fa!

No Comment

Rispondi