GiochiGiochi PCPC & TechPlaystationPS4RecensioniVideogiochiXBOXXBox One

Recensione – The Golf Club

Il golf è stato sempre uno sport molto ammirato da molti e da sempre considerato come uno sport di élite in quanto molto costoso da praticare (anche se in realtà non lo è). Questo sport principalmente è riuscito ad entrare nelle case dei giocatori negli scorsi anni, non tanto grazie alle versioni di EA sports dove impersoneremo Tiger Woods, ma soprattutto grazie alle versioni di Super Mario. Infatti essendo il Golf uno sport non molto conosciuto, e molto meno praticato, il casual gamers hanno piacere a sfidarsi tra loro, in quanto tutti “sono brocchi” ed hanno lo stesso punto di partenza. Ad ogni modo questo gioco non è per casual gamers…

the_golf_club_post_001

Infatti questo gioco risulterà sicuramente difficile per coloro che non hanno mai giocato a Golf, in quanto è più di quanto realistico possa esistere a livello di simulatore di Golf, tanto che questo gioco potrebbe essere solo paragonato ad un qualche simulatore di volo.
Appena installato il gioco si può capire esattamente quale sia il focus del gioco, infatti nel menu, vedremo che non sarà disponibile un tutorial, in single player si potranno usare i tracciati (non è prevista una carriera), molta enfasi è dedicata all’editor di tracciati e molto al multiplayer. Come prima cosa abbiamo deciso di fare una partita in Single player, in modo da poterci prendere a mano, capire il funzionamento per poi passare ad un multilayer, e qui le prime difficolta. Una delle cose meno sensate in un gioco di nicchia, è quello di non istruire il giocatore curioso sulla funzionalità del gioco, infatti non è presente alcun tutorial che possa mostrare al giocatore come giocare, come prendere la mira, che mazza prendere… insomma il giocatore è lasciato completamente a se. Quindi se non si possiede un’infarinatura precedente, spero che possediate tanta pazienza, in quanto i ritroverete a fare molti errori ed a non capire come lanciare la pallina nel luogo voluto.

Se analizziamo il gioco da un punto di vista di user experience, possiamo dire che le mancanze sono molte, infatti non ci sono indicatori di direzione o di potenza… tutto e affidato all’istinto o alla bravura del giocatore. Ad ogni modo posso dire che i controlli sono abbastanza semplici ed in poche ore ci si riesce a familiarizzare senza problemi, il problema sta nel calibrare i colpi alla perfezione.

Ultimo cenno sul realismo, sta nel fatto che la grafica è molto ben realizzata, tanto che se spinta al massimo sembrerà quasi di essere fisicamente in un green, immedesimazione aiutata anche dalla sola presenza di suoni naturali e l’assenza di musica.

Essendo un gioco indipendente, questo non aveva a disposizione un grande budget, che sarebbe servito in parte per pagare i diritti di immagine di qualche giocatore importante (il tipico testimonial) che ne avrebbe aumentato la popolarità, e quello di poter riprodurre dei reali corsi di golf, cosi da poter rivivere alcuni momenti dei gradi tornei. Questi due aspetti sono stati rimpiazzati, focalizzando circa il 60% del gioco sulla modalità di editor dei tracciati.

Infatti questo editor (che già prende una buona parte del menu di selezione inziale) è il vero fiore all’occhiello del titolo, tanto che secondo me questo titolo doveva essere promosso come un Sim-Golf piuttosto che un simulatore di Gold per se. Infatti il testimonial del gioco è Greg Norman un designer di tracciati di golf, che probabilmente ha aiutato a sviluppare questo editor. Questo editor è molto potente e versatile, tanto che avremo la possibilità di modificare ogni aspetto del tracciato, inserendo ostacoli, edifici, alberi… creando dei veri e propri tracciati unici, che potremo condividere e sfidare amici ed appassionati.

Infatti ogni singola mappa potrà essere condivisa con la community che potrete (e potranno una volta condivisa) usarla per creare tornei, sfide con altri giocatori appassionati. Cosa molto interessante, in quanto permette ai giocatori di avere sempre mappe nuove su cui sfidarsi.
Ricapitolando, questo è titolo dalla qualità grafica elevata, che consiglio solo a coloro che sono veramente appassionati di golf, oppure a coloro che vogliono imparare a costruire bellissimi percorsi di golf.

Previous post

Come riscattare i preordini di Destiny

Next post

Microsoft vuole comprare Mojang

Edward Phoenix

Edward Phoenix

Padre, Marito, Markter e Fondatore di Gamers.it
Cresciuto a suon di FPS e Giochi di Strategia cerca sempre di trovare la qualità in tutte le cose che fa!

No Comment

Rispondi