PC & TechRecensioniTech

Recensione – OCZ Vertex 460 240Gb SSD

Come abbiamo già ricordato in occasione della recensione dell’OCZ Vector 150, lo scorso 7 Novembre 2013, OCZ  annunciava la nuova linea di dischi allo stato solido ultra sottili (appena 7mm) potenzialmente installabili in qualsiasi laptop.  Dopo aver recensito il Vector 450 e quindi la linea “Enthusiast” di prodotti SSD OCZ, quest’oggi ci soffermiamo ad analizzare le prestazioni della linea “Performance” ed in particolare il Vertex 460 da 240Gb.

Anche in questo caso valgono le informazioni introduttive che avevamo fornito per i Vector:  difatti anche il Vertex presenta una memoria NAND flash Toshiba di ultimissima generazione da 19 nanometri di tipo MLC, tecnologia proprietaria di OCZ, un controller (barefoot 3, esattamente lo stesso dei Vector) ed un firmware che assicurano prestazioni superiori ma al tempo stesso una consistenza delle prestazioni nel tempo, con un degrado minimo rispetto alle altre soluzioni attualmente presenti sul mercato. Sul versante prestazionale, c’è da dire che la differenza tra la serie Vertex e Vector c’è anche se minima: mentre il Vector 150 240Gb, introduce un boost nelle performances di lettura sequenziale di ben 550Mb al secondo e 530Mb al secondo di scrittura, il Vertex 460 (anche in questo caso recensiamo il taglio da 240Gb) offre massimo 540Mb/sec in lettura e  525Mb/sec. Nel caso del Vertex, vediamo ridursi anche la garanzia offerta da OCZ, con un numero di 25GB di scritture al giorno per 3 anni (ricordiamo che per il Vector avevamo 50Gb di scritture al giorno per una garanzia totale di 5 anni).

Anche questa volta abbiamo avuto la fortuna di ricevere direttamente da OCZ il modello da 240Gb, ricordiamo che il Vertex 460 è disponibile in tagli da 120, 240 e 480Gb. Qui di seguito riportiamo la tabella comparativa delle prestazioni dichiarate da OCZ.

 

OCZ_460_SPECS

 

A seguire, alcune foto dell’unboxing del prodotto:

 

 

Anche in questo caso il prodotto viene venduto in una confezione compatta e minimal, poichè ridottissime sono le dimensioni dell’SSD. Le dimensioni si attestano sui 99,7 millimetri per 69,75 mm con uno spessore di appena 7mm ed un peso piuma da 115g, rendendo questo SSD perfetto non solo per PC fissi ma soprattutto per notebook/ultrabook. La scheda di memoria che costituisce l’SSD è racchiusa da un case di qualità costituito da un guscio in alluminio pressofuso chiuso nella parte posteriore da una piastra in acciaio color argento e fissata da quattro viti, una per angolo. La parte superiore dell’unità presenta un’etichetta che ricopre l’intera superficie dell’SSD ed il design che possiamo vedere dalle nostre foto, è l’ultimo disponibile (lo stile è stato recentemente rivisto da OCZ). Il resto della confezione comprende, come di consueto, un adattatore da 3,5″ per l’installazione nei PC desktop con relative viti oltre al seriale della nota suite “Acronis True Image”.

 

Records Abbattuti!

Per quanto riguarda l’analisi delle prestazioni, dobbiamo innanzitutto fare un’introduzione: dagli screenshot dei nostri tests che trovate più sotto, si potrà constatare una superiorità prestazionale del Vertex 460 rispetto al precedentemente recensito Vector 150, anche se in realtà le specifiche tecniche di OCZ direbbero l’opposto. Ciò si spiega nei drivers precedentemente utilizzati per l’installazione dell’SSD: mentre prima avevamo utilizzato dei drivers ASMEDIA SATA ora utilizziamo gli ultimissimi drivers Intel RST per chipset Z87/Z97 ed abbiamo anche provveduto ad aggiornare il bios della macchina di test (dotata di scheda madre ASROCK Z87 Extreme 4). Tutto ciò ci ha permesso di raggiungere valori ancora superiori a quelli precedentemente misurati con il Vector, anche se abbiamo tra le mani un prodotto leggermente meno performante.

Per ottenere valori elevati nei benchmarks di riferimento, OCZ raccomanda ovviamente l’utilizzo di computer prestanti con interfaccia SATA III 6.0 Gb/sec e AHCI attivo nel bios, disabilitare qualsiasi risparmio energetico, chiudere qualsiasi antivirus o programma in esecuzione. Siamo poi passati all’esecuzione dei benchmark per hard disk ma non ci siamo solo fermati all’utilizzo di quelli più diffusi bensì abbiamo eseguito test anche con AS SSD e I/O Meter. Questi ultimi, permettono di misurare le prestazioni anche le prestazioni durature dell’unità: difatti quasi tutti gli hard disk in circolazione, rallentano vistosamente all’aumentare della capacità occupata, I/O meter durante l’esecuzione, occuperà man mano l’intero spazio del disco per misurare le prestazioni effettive. I benchmarks confermano le valutazioni prestazionali che avevamo fatto per il Vector 150 ma con il Vertex abbiamo addirittura infranto i record registrati con il Vector in tutti i test! Purtroppo non abbiamo più a disposizione il Vector per poter rieseguire i test con i nuovi drivers ma ci dovremmo aspettare prestazioni leggermente più elevate rispetto ai numeri degli screenshot qui di seguito.

L’OCZ VERTEX 460 240Gb è acquistabile in Italia online per circa 115€ (IVA inclusa), quindi circa 15 euro in meno del Vector 150. Sinceramente ci sentiamo più di consigliare l’acquisto di quest’ultimo vista la lieve differenza di prezzo ma l’estensione di circa 2 anni di garanzia rispetto al Vertex.

Previous post

FATAL FRAME SU WIIU, VIDEO E FOTO

Next post

League of Legends, nuova spettacolare cinematica!

Tony Bulsara

Tony Bulsara

No Comment

Rispondi